Il Castello di Chambord, nella valle della Loira, è il più vasto della Regione. Nel 2015 ha avuto oltre 780.000 visitatori, con l’obiettivo ambizioso di raggiungere 1 milione di presenza nel 2020 e il completo autofinanziamento.

In linea con questi obiettivi, lo sviluppo digitale è uno dei maggiori interessi del Castello e si declina principalmente in tre iniziative: la creazione di un’experience di visita aumentata, la fornitura di Wi-Fi libero per tutti i visitatori e una piattaforma di eCommerce per l’acquisto dei biglietti.

Econocom, grazie anche all’acquisizione di una partecipazione in Histovery con cui ha intrapreso un’avventura digitale nella realtà aumenta all’interno di musei e fondazioni culturali, ha supportato il Castello nell’implementazione delle prime due iniziative.

Per quanto riguarda la creazione di un’experience di visita aumentata, Histovery ed Econocom hanno sviluppato Histopad, una soluzione per tablet attraverso cui trasformare il tour dei visitatori in un’emozionante viaggio nel tempo.

L’app trasporta i visitatori in un tour virtuale del castello com’era durante il Rinascimento e, grazie a un’esperienza di realtà aumentata, permette di compiere un viaggio interattivo, educativo e coinvolgente nel regno di re Francesco I attraverso 20 tra le più grandi stanze del castello per esplorarne la storia e le collezioni.

Econocom ha fornito, oltre all’applicazione, anche più di 600 tablet (curandone tutti gli aspetti, dal deployment alla manutenzione) e 12 innovative stazioni di ricarica, le prime al mondo a garantire in loco una ricarica ottimale della batteria e facilitare le attività di logistica.

Oltre a Histopad, Econocom ha implementato anche la rete Wi-Fi nell’area della reception del museo, accessibile gratuitamente da tutti i visitatori e utilizzata anche per gestire direttamente gli aggiornamenti dei software e dell’applicazione sui tablet.